Messaggio

Coronavirus - Vademecum, contributi, aiuti, regole ...

Stampa 

ULTIMA ORDINANZA

IL SINDACO ORDINA
a) alla cittadinanza ed a tutti i soggetti non residenti presenti nel territorio comunale, di accedere alle attività commerciali e di servizio, esclusivamente indossando dispositivi di protezione individuali (mascherine o altri sistemi che consentano la schermatura efficace di naso e bocca) e, in assenza, di accordarsi con i gestori delle attività per la consegna delle merci al di fuori dei locali o a domicilio, se è attivato il servizio;
b) ai gestori ed al personale a contatto con il pubblico delle attività commerciali e di Servizio, cui è ancora consentita l’attività, di indossare, durante il lavoro, dispositivi di Protezione Individuali (mascherine e guanti monouso), oltre agli eventuali dispositivi Igienici previsti dalle norme vigenti;
c) ai gestori ed al personale delle attività commerciali e di servizio che effettuano Consegne a domicilio, di indossare, durante le consegne, dispositivi individuali di protezione (mascherine e guanti monouso), oltre agli eventuali dispositivi igienici previsti dalle norme vigenti.

Inoltre, considerato che “fare la spesa” non è un momento di svago o un’occasione di eludere le restrizioni, ma anzi uno dei momenti più a rischio visto che si hanno contatti ravvicinati con altre persone.

RACCOMANDAZIONI
1. La spesa va fatta il meno possibile, raccogliendo le necessità in una o due occasioni settimanali e non tutti i giorni;
2. La spesa deve essere effettuata da un solo componente della famiglia;
3. Fare la lista della spesa prima di uscire di casa, per evitare di stare troppo a lungo all’interno dei negozi;
4. Mantenere sempre una distanza minima di 1 metro dalle altre persone;
5. Disinfettarsi le mani prima di entrare nei negozi;
6. Rispettare le altre persone non dilungandosi nella scelta dei prodotti o in inutili chiacchiere;
7. Una volta rientrati a casa lavarsi bene le mani e le superfici dei prodotti acquistati.


EMERGENZA CORONAVIRUS: CONTO CORRENTE PER LE DONAZIONI

Il Comune di Monchio delle Corti chiede di partecipare ad una raccolta fondi per fronteggiare l'emergenza sociale generata dall'attuale situazione sanitaria. Si tratta di risorse che andranno ad aggiungersi ai fondi messi a disposizione della Protezione Civile per i buoni Alimentari e/o beni di prima necessità.
Le somme raccolte saranno spese in tutte le attività del nostro Comune.

Per aiutare i cittadini del Comune di Monchio delle Corti è possibile partecipare all’iniziativa attraverso un’erogazione liberale, versando la somma che si intende devolvere sul conto corrente bancario della Tesoreria comunale.

Le somme devolute sono deducibili al 30% da parte delle persone fisiche o enti non commerciali o dall’imposta regionale attività produttive da parte dei soggetti titolari di reddito d’impresa, inserendo la causale qui indicata

IBAN IT68T0623065850000035539633
CAUSALE Emergenza Coronavirus misure urgenti di solidarietà - Erogazione liberale COVID-19 – art. 66 DL 17.03.20 n.18

Sul sito del Comune di Monchio delle Corti verrà aggiornata settimanalmente la situazione delle donazioni e la rendicontazione delle spese


VADEMECUM

CONTRIBUTI DI SOLIDARIETA' ALIMENTARE

SUPPORTO PSICOLOGICO TELEFONICO GRATUITO

COME RACCOGLIERE E GETTARE I RIFIUTI DOMESTICI

RICERCA DI VOLONTARI PER LA PRODUZIONE DI MASCHERINE PROTETTIVE

DONAZIONI PER LA PRODUZIONE DI MASCHERINE PROTETTIVE

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 11 Maggio 2020 10:36 )